QUATTRO ETTI DAMORE GRAZIE PDF

Erica ha un posto in banca, un marito devoto, una madre stralunata, un gruppo di ex compagni di classe su facebook, due figli. Erica fa la spesa di una madre di famiglia, Tea non va oltre gli yogurt light. Certo non immaginerebbe mai di essere un mito per il suo mito, un ideale per il suo ideale. Che comunque irrompe, strisciante prima, deflagrante poi, nelle case di entrambe. Adoro la Gamberale. La vita che faccio, non mi sembra la mia.

Author:Mezigul Vilkree
Country:Slovenia
Language:English (Spanish)
Genre:Photos
Published (Last):21 May 2012
Pages:410
PDF File Size:1.62 Mb
ePub File Size:20.18 Mb
ISBN:397-8-48899-862-3
Downloads:79686
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Talkis



Come state, oggi? E vi parlo di un libro che avevo nella mia libreria da un anno, ma che ho letto solo adesso. A casa, infatti, avevo la prima versione. Conoscevate questa brava autrice? Buona domenica a tutti, M. Erica ha un posto in banca, un marito devoto, una madre stralunata, un gruppo di ex compagni di classe su facebook, due figli.

Erica fa la spesa di una madre di famiglia, Tea non va oltre gli yogurt light. Certo non immaginerebbe mai di essere un mito per il suo mito, un ideale per il suo ideale. Che comunque irrompe, strisciante prima, deflagrante poi, nelle case di entrambe.

Sempre che tu abbia soldi da spendere, ovvio. Quindi, riformuliamo il tutto. Microcosmi variopinti e multiformi, in cui tutto ha un posto e una direzione. Impossibile perdersi. Dicono cose come: qui trovate Biscotti, Cereali, Merendine. Le corsie sono strade, i carrelli sono automobili, gli avventori e gli addetti alle casse sono residenti e coinquilini.

Via la confusione, al bando il disordine. Mi capita di gironzolarci, ogni tanto, a tempo perso. Non mi tolgo nemmeno le cuffiette dalle orecchie e, come fossero vasche olimpiche, percorro i reparti: non sono alla ricerca di niente, sono alla ricerca di tutto. Le cuffie nelle orecchie restano. E, ogni volta, penso alla scena di un film di cui non ricordo il titolo.

E, ogni volta, penso a casa. Facciamo qualcosa di simile anche noi, ma con i violantini. Nel mio condominio ne arrivano una marea. Dopo cena, capita che guardiamo la tv, al tavolo ancora apparecchiato, e, penna alla mano, li riempiamo di crocette. Voi che state leggendo questo post lo sapete. Le file mi annoiano, quindi perdo tempo nel miglior modo possibile di perdere tempo: con un libro che non comprerai mai tra le mani.

Li conservavo in libreria, non in frigo. Quei quattro etti speciali li tenevo in dispensa da un anno. Pasqua Studente, scapolo, mamma, banchiere, vittima sfortunata della crisi economica. Spiare il contrenuto del carrello, per spiare quello del cuore. Nel cassetto in cui custodiamo i nostri desideri segreti. Lo apri, quel cassetto, e ne esce una ventata di solitudine esistenziale che ti sconvolge. Sul fondo, ha uno scomparto segreto: cela cinismo, garbo e le chiavi di casa di due donne lontane.

Riccardo ha fatto di lei la sua pupilla, la sua Wendy per sempre. Lei non riesce a lasciarlo, lei non riesce a stare con lui, lei non sa ancora come finiva la storia di J. M Barry senzo che Walt Disney ci mettesse lo zampino. Ermeticamente imprigionata. Imprigionata dalla routine — il lavoro, il pranzo, scarrozzare Figlia al catechismo e scarrozzare Figlio da un amichetto, la cena -; imbustata in una vita-non vita.

Nel modo che dovrebbe piacere a tutti. Sfilze assillanti di punti di domanda, monologhi interiori, messaggi in chat con faccine sorridenti comprese, dialoghi tra due donne e le loro reciproche coscienze. Vivila come se fosse un hobby; vivi senza lasciarti vivere. Impara a ballare la salsa. Chiara Gamberale? Un suo romanzo? Ne prendo un altro, grazie.

HANUMAN KAVACH IN PDF

Quattro etti d'amore, grazie

.

HONDA CBR 250R KULLANM KLAVUZU PDF

Sei uno scrittore?

.

S3C2416 PDF

“Quattro etti d’amore, grazie” di Chiara Gambarale

.

Related Articles